L'orto di casa tua....

23 giugno, 2013


Azzzzzzzzz​zzzz lo scolaro che supera il maestro...​. cetrioli e pomodori stupendi ehhehehehe​hehehe


“Mi hanno detto che i "nipoti" dei pomodori e cioè i rami che crescono alle intersezioni della pianta principale, che vanno tolti, se li metti a dimora costituiscono una nuova pianta, tu ne sai nulla?”



Allora, i pomodori si dividono in due categorie :



· alti o a crescita indeterminata

· bassi o crescita determinata



i rami che crescono alle intersezioni sono detti “femminelle” vanno tolti….in quelli a crescita indeterminata negli altri, vanno lasciati, se comunque, la pianta presenta tanta vegetazione si può potare.



Per quanto riguarda le “femminelle” allora, ci sono parecchi modi per poterle piantare. Comunque la tecnica colturale è detta propagazione per talea.



1. Quelle nella prima intersezione (partendo dal basso) si possono abbassare (staccandole quasi del tutto dal tronco) e farle toccare a terra di conseguenza faranno le radici, dopo di che, tagliate del tutto e piantate.

2. Le “femminelle” si possono staccare ,mettere in acqua, aspettare che escano le radici e quindi piantate ….

3. Si può incidere la femminella alla base dell’intersezione, mettere della pellicola trasparente con della terra umida all’interno legata con due elastici (sopra e sotto), aspettare che escano le radici successivamente tagliate e messe a dimora.



La tecnica della talea crea un clone identico della pianta, comunque, è meglio che, tale pratica, vada pianificate e cioè, vanno lasciate crescere solo le femminelle che si intendono mettere a dimora, le altre vanno tolte il prima possibile, in quanto la pianta “spreca” tanta energia per farle crescere.



Ciao NOS xxxx

ALTRA E. MAIL DA NOS yyyy

ciao Mau...si è vero,

i polloni dei pomodori messi a dimora danno origine a nuove piante.

devi però Avere cura di:

- Prendere il primo pollone; più in basso della pianta e non quelli più alti (sembra che se ad esempio pianti il 3° pollone della pianta, questa inizi a fruttificare da quella altezza e non più bassa come avviene normalmente);

- avere cura di non interrarli direttamente nell' orto ma di metterli a dimora in piccoli vasetti e metterli alla luce ma al riparo dal sole, innaffiarli regolarmente e trapiantarli solo quando la pianta darà segni di ripresa (si accrescerà finchè le radiche non spuntano)


::)))) ed ecco fatto la nuova pianta!!

A presto, nos A6MB

RISPOSTA

Grazie per le info, c'è sempre da imparare, anche se si raggiungno 200 anni di vita! anche per questo si vorrebbe campare di più! :)

Da come vedo molti hanno diverse passioni e conoscenze...è un piacere aumentare il personale bagaglio culturale rapportandoci reciprocamente.

I risultati non saranno solo motivo di soddisfazione ed orgoglio ma di ricchezza culturale e animo di ognuno...

Con l'orticello possiamo anche degustarci cosette buone prive di schifezze chimiche.

Grazie ancora per le preziose info!

Mau

p.s. per avere i migliori frutti, dalle Alpi alla Sicilia, con la condivisione, dovremo parlare dei semensali, se ognuno seleziona quelli dei frutti migliori, sia come sapori, grandezza, forma ecc ecc, potrebbe spedirli agli altri, ricevendone a sua volta.

Ad esempio io ho che nel mio orto ci sono pomodori con una forma stranissima....oppure ho visto dei fagiolini a Ischia lunghi un metro! :)

Pomodori giganti, peperoncini particolarissimi anche come forma, sono così belli che possono fungere anche come piante ornamentali...

Insomma, oltre alle piante da tartufo, si potrebbe anche parlare e scambiarci di semi di prodotti coltivabili particolari, chissà, forse un giorno condivideremo anche dei semi da mettere a dimora!




Di seguito il motore di ricerca interno per le trovare info sulle zone o altri argomenti: