Nuovo metodo addestramento / allenamento. Giudizio e quesiti

26 giugno, 2013


Ciao Mau ciao Giamp

Scusatemi per il ritardo nell'aggiornarvi sul nuovo metodo di addestramento / allenamento.

Prima di tutto volevo ringraziarvi della vostra gentilezza e disponibilita'.

Come ben sapete sono venuto anche a trovarvi alla bottega e ho fatto un po di compere, peccato nessuno di voi due era presente per conoscerci di persona.

Vi ringrazio per poi avermi mandato un pochino di olio al pico, cosi l'ho potuto testare sui miei fido.

"Anzi mi prenoto per averne quando ne farete un po, mi raccomando mi ritengo prenotato".

Passiamo ai fatti*

Da quando mi e' arrivato il kit e ho cominciato la sua applicazione, a tutt'oggi sono ancora come dite voi al primo step, cioe' con gli involucri.

Bellissimo e fenomenale i comportamenti dei fido, si vede proprio come se fosse la cerca dal vero.

Ti dicevo di un mio fido, se ricordate, che pur conoscendo il pico era restio proprio nella cerca.

Be vi diro' ad oggi le cose sono cambiate tantissimo e stando ancora al primo step come dite voi .....mozzica la terra.... , provato con l'olio al bianchetto e con quel pochissimo olio di pico.

Adesso anche la cerca la vedo tantissimo migliorata, anzi prima non c'era proprio.


Giudizio sul kit .....fenomenale.

Adesso qualche domanda.

Vorrei capire quando sarebbe il momento secondo voi di passare al secondo step, cioe quello con gli insufflatori, se vi è proprio un momento particolare o no e se e' sempre secondo voi obbligatorio passarvi o si puo continuare con gli involucri.

Altra banale domanda, nella cerca in movimento bisogna incominciare con un solo fido, cosi c'è più attenzione nella cerca delle poste e poi affiancare man mano altri fido o e meglio farli uscire e cercare le poste tutti insieme.

Confido nelle vostre risposte e nella vostra esperienza.

Sempre gentilissimi

Mau salutami la tua signora che e' stata veramente gentile e si e' messa a disposizione alla bottega.

Giamp grazie per avermi inviato il tartufo finto che mancava nel kit

E grazie ancora per quel pochissimo olio al pico inviatomi cosi l'ho potuto testare.

Siete fenomenali

Saluti a presto.

Alberto

RISPOSTA

Ciao Alberto, sono contento del fatto che ti sei trovato bene con il kit e dei risultati, anche se sei solo al primo step.

Molti, anche tartufai navigati del sito, della sezione nos gps, me ne parlano spesso di persona, affermando che l'uso del kit nelle fasi addestrative e ancor più nelle fasi di allenamento di cani già adulti ed esperti, da una marcia in più e spesso hanno costatato la differenza.

Non avevo dubbi sulla valenza, visti i numerosi test che ho eseguito più volte, su ogni cane, di età e razza, cambiando anche fondo ( luogo) e condizioni atmosferiche.


Veniamo ai tuoi quesiti:

Se i cani rispondono bene agli involucri puoi provare ad iniziare con gli insufflatori per vedere come rispondono.

Logicamente le prime poste vanno fatte facili, nel senso poco profonde con % di aromatizzazione elevato, per poi gradualmente renderle sempre più difficili, quindi profonde e con meno aromatizzazione, quest'ultima dosabile tramite la diluizione.

Passare dal primo step a quelli successivi fino ad arrivare ad all' insufflazione di aria aromatizzata con tartufo naturale estratto dall'acqua, fino a raggiungere la soglia limite olfattiva dei propri fido, significa allenarli al meglio per fargli intercettare le particelle volatili proprie del tartufo che ci interesserà poi ricercare.

In molte news interessanti di chi ti ha preceduto, nonché quelle dei test, con consigli e procedure.

Il tuo secondo quesito è interessante ma le risposte possono essere molteplici.

Far lavorare un cane alla volta in addestramento dinamico è preferibile.

In seguito gli allenerai congiuntamente.

Di fatto con più cani in cerca scatta in loro la competizione per trovare per prima la posta al fine di ricevere il premio ( carezze, parole suadenti di approvazione, bocconcino ecc ecc)

Per contro però se tra i cani vi è uno particolarmente dominante, potrebbe aggredire il concorrente traumatizzandolo.

In modo particolare se sono dello stesso sesso, oppure se c'è un cucciolo in addestramento.

I potenziali traumi di aggressione vanno evitati perché il subordinato poi, in presenza del superiore gerarchico ( il più forte) sarà restio a segnalare le poste, la cosa per il cucciolo in addestramento è ancor più grave perché si metterà paura e difficilmente poi prenderà iniziative ogni qualvolta vi sarà presente l'aggressore.

Ti ho citato quindi i vantaggi dell'allenamento di più cani congiuntamente ( competizione tra loro) e gli svantaggi se vi è un cane particolarmente dominante.

La soluzione la hai solo tu, perché solo tu conosci i tuoi cani, solo tu sai se hai cani dominanti, cuccioli ecc ecc.

So lu tu sai se i dominanti vengono da te sedati alle prime avvisaglie di aggressione, in tal caso potrai farli lavorare insieme, in caso contrario singolarmente e poi, gradualmente, prestando la dovuta attenzione, congiuntamente.

Tieni conto che il kit, simulando delle poste più naturali possibili, senza essere invasivi nella loro creazione( mancanza di scavo che rende la terra morbida e odorosa) induce nel cane una maggiore possessività nello scavo e nei confronti della fonte, proprio perché ( al contrario del terreno mosso come si faceva con il vecchi metodo) è difficile da intercettare e duro da scavare.

Questa possessività è un pregio ed è esternata non solo con il mordere radici e terra, ma anche le proteggere il punto da simili concorrenti, quindi un cane dominante reagisce ( ringhi e/o abbai e/o aggressioni) nei confronti del suo/i compagno/i di branco
che si avvicina/no al punto profumato.


Con il vecchio metodo, il cane, trovando facilmente il punto ove si era celato l'ovetto metallico o il contenitore in plastica contenente il tartufo ( ovetto kinder o della pellicola per macchine fotografiche) perché attratto dall'odore della terra da noi smossa per l'occultamento, giunto con una o poche zampate arrivava alla fonte, si appropriava del contenitore (riporto o non riporto) e il gioco era fatto!

Mentre con il kit, trovato il punto odoroso, deve fare il mazzo per scavare e quindi diventa possessivo e gli altri concorrenti del branco hanno il tempo di raggiungerlo nel tentativo di soffiargli la posta. (entra pertanto in protezione del punto profumato).

Credo di esserti stato di aiuto, ripeto, leggi le vari news all'apposita categoria, del kit ne abbiamo parlato tanto e ancora ne parleremo.....

Tienimi aggiornato!

Riferirò a Giampaolo che hai scritto, ti anticipo i suoi saluti.

A presto e buon divertimento!

Mau