Osservazioni di Mau sulle zone di ricerca dei tartufi

 

Dalla visione delle coordinate gps, relative alle cavate di tartufi comunicate, sono riuscito a estrapolare delle osservazioni uniche, sicuramente utili a tutti gli appassionati.

Ho scritto uniche perchè anche io, nonostante quasi trenta anni di esperienza sulla ricerca, ne ho fatto tesoro.

Vengo al dunque:

Durante la comunicazione verso il sito, da parte degli appasionati che monitoravano varie zone tartufigene, come perlustratori facenti parte della sezione gps notai che più di qualcuno mi comunicava zone ad esempio per lo scorzone, poi in seguito, ricevute altre comunicazioni da parte di altri, ad esempio per il bianchetto, appuravo che le coordinate riguardavano la stessa zona.

In pratica, un tartufaio ci andava a bianchetto, un'altro a scorzone, entrambe inconsapevoli della produzione nello stesso areale dell' altra specie di tartufo o per meglio dire, avendo effettuato dei ritrovamenti sporadici di tartufi dell' altra specie, avvenuti, per il primo ad inizio stagione, per il secondo a fine stagione, entrambe avevano escluso una forte produzione in piena stagione dell' altra specie!

Mi spiego meglio, primo tartufaio che andava a scorzone in quella medesima zona, aveva trovato qualche bianchetto tardivo ma non immaginava che a primavera la zona era piena di borchii;

Il secondo tartufaio che andava a bianchetto, aveva trovato qualche scorzone sporadico e immaturo ma non gli aveva dato peso perchè raccogliendo parecchi borchii aveva dato per scontato che la zona dava prevalentemente quest' ultima specie.

Oltre a ciò dall' analisi che ho fatto, su oltre 25.000 coordinate gps, che vanno dalle Alpi alla Sicilia, ho estrapolato dei dati CERTI visto che parliamo di cavate effettuate, sulle specie di tartufi diverse, rinvenute nelle varie zone.

Di seguito indicherò le risultanze, in via prioritaria numerica.

Ad esempio, zona principale di tuber aestivum, seguirà con ordine prioritario numerico, l' idicazione riferite a diverse specie trovate in loco.

Le specie non indicate negli elenchi che seguono, non sono state rinvenute. ( anche questo è un dato importante)

Tali riscontri oggettivi possono tornare utili non solo al tartufaio occasionale o professionista, ma anche a studiosi ricercatori universitari nonchè ai tartuficoltori.

Leggete e riflettete, tenete conto che alcune specie, come ad esempio nella zona principale di melanosporum, ove sono stati trovati pochi aestivum , che i periodi di raccolta delle due specie sono nettamente lontani.

Mau

 

.Specie di tuber diverse, in ordine prioritario numerico, rinvenute in tartufaie e/o zone di tuber uncinatum Chatin clicca qui

.Specie di tuber diverse, in ordine prioritario numerico, rinvenute in tartufaie e/o zone di tuber mesentericum Vittadini clicca qui

.Specie di tuber diverse, in ordine prioritario numerico, rinvenute in tartufaie e/o zone di tuber aestivum Vittadini clicca qui

.Specie di tuber diverse, in ordine prioritario numerico, rinvenute in tartufaie e/o zone di tuber melanosporum Vittadini clicca qui

.Specie di tuber diverse, in ordine prioritario numerico, rinvenute in tartufaie e/o zone di tuber magnatum Pico clicca qui